Makeup

Rajan Tolomei, make up artist di Max Factor

Ciò che colpisce di più di Rajan Tolomei, Make Up Artist di Max Factor dal 2005, è lo sguardo intenso con cui studia il volto delle ragazze e dei ragazzi che si appresta a truccare: la sua concentrazione è assoluta, come quella di un pittore che sta immaginando di dare corpo alla sua opera d’arte, e totale è anche la sua abilità di capire immediatamente il look più adatto a valorizzare volti e personalità anche molto diverse tra loro.
Non mancano le celebrities tra le persone che ha saputo valorizzare, possiamo citare Nicole Kidman, Sophia Loren, Tina Turner, Katie Holmes e molte altre.

Solare ed estroverso, è una persona con cui è facile rapportarsi ed è stato un vero piacere ascoltare le sue riflessioni sulle ultime tendenze e sul suo percorso professionale, che passa tanto dai backstage delle grandi sfilate quando dietro ai banchi di scuola, perché seguire corsi e avvantaggiarsi della guida di maestri capaci è fondamentale per imparare e spiccare il volo. Dopo averlo conosciuto, non potremmo essere più d’accordo.

Intervista a Rajan Tolomei

Quando hai capito di voler diventare una make-up artist? C’è stato un momento in particolare che ricordi, come un’epifania? 

In realtà tutto è nato come un gioco. Da quando facevo il modello e mi divertivo a truccare le mie colleghe e ognuna di loro si trovava più bella truccata da me rispetto ai truccatori che erano presenti nel Backstage.
E poi un giorno mi sono rivolto ad un’agenzia, mi ha preso, e ho iniziato la mia esperienza di truccatore nelle profumerie di tutta Italia per poi piano piano maturare e avere altri ruoli.
Il giorno dell’Epifania vero è stato quando ho fatto un casting per GIORGIO ARMANI diventando poi il responsabile per la linea trucco.

Quanto è cambiato il mondo del Makeup in questi anni? Trovi che sia cambiato in meglio? 

Trovo che il make-up sia cambiato ma come tutte le cose; moda, colori, design e cucina cambiano ciclicamente circa ogni 10-15 anni. Non è il make-up che cambia ma sono gli addetti ai lavori, i truccatori. Le nuove generazioni molto spesso trascurano la preparazione, lo studio il conoscere la storia del make-up e le tecniche più accademiche. Hanno una visione improntata ai social, a cose scenografiche ma il più delle volte irrealizzabili, poco portabili e poco interessanti per le donne. Nella moda, si sa, tutto è possibile e tutto è inverosimile. Ma loro, e ciò mi rattrista molto, si affidano principalmente a Photoshop.

Con l’avvento del mondo social, si tende a dare meno importanza alla formazione accademica del Makeup artist. Anche molti MUA non la ritengono necessaria, tu cosa ne pensi? Nel 2020 é ancora necessario fare l’accademia per diventare Makeup artist? 

La formazione, lo studio, avere un insegnante di riferimento che diventa un’icona per tutti i tuoi sogni è fondamentale per qualsiasi ruolo si voglia intraprendere nella vita. L’avere una guida, l’avere insegnamenti preziosi e i cosiddetti segreti del mestiere, forma non soltanto la mano del truccatore ma anche la sua mente, la visione, la testa, l’atteggiamento e di conseguenza le capacità, ma soprattutto stimola l’etica professionale, morale e la responsabilità verso il lavoro.

Il beauty look che non passa mai di moda

La ricerca della bellezza nuda, della bellezza cosiddetta naturale, minimale, pulita, poco evidente, è una delle caratteristiche e delle ricerche che da tantissimi anni ci sono nel mondo del beauty. Adesso con l’avvento della frenesia, dello stress e la conseguente voglia di rilassarsi, di meditare, di fare yoga e di ritrovare se stessi, il beauty ha intrapreso la strada della bellezza trattante, una bellezza che sembra sprigionarsi dall’interno con semplicità, naturalezza e luminosità. Ma questo significa semplicemente una cosa: grandi capacità di usare i prodotti, di fare consulenza e di capire come valorizzare il viso in semplicità. E lo si può fare soltanto con una grande preparazione.

Svelaci il rossetto che ancora non sappiamo di amare, ma di cui ci innamoreremo la prossima stagione.

Il rossetto è l’identità del volto, e il peccato del volto, è una comunicazione ammiccante e sottile che l’interlocutore riceve quando guarda il viso di una donna. Se fino ad oggi il rossetto più ricercato era il Matt, l’opaco resistente e indelebile la prossima stagione vedrà protagonisti rossetti cremosi, voluttuosi, trattanti e dalla compattezza morbida, salutare e molto femminile. Tutto ciò che ruota intorno ad un mix di frutti rossi sarà up-to-date , Contemporaneo, perfetto. Rosso, rosso denso, rosso India, rosso bordeaux, prugna, mirtillo, Burgundi saranno i colori più di tendenza e si abbineranno a tutte le tonalità del nudo. Il rossetto se usato nella potenza del colore cambia totalmente l’immagine e la crea vincente

Cos’è il make up per te e cosa pensi rappresenti per le donne, o per gli altri?

Voglio partire esprimendo che cosa penso sia il make-up per le donne poiché credo di essere arrivato a conclusioni dettate da una grande esperienza. Molte di loro vivono gli Make up con noia, con abitudine, con una costante voglia di cambiare ma allo stesso tempo una grande paura che continua a farle rimanere nei loro colori, nelle loro modalità, nella loro comfort zone. Ci sono donne che si truccano nello stesso modo da 10, 20,50 anni senza pensare che il make-up e comunicazione, energia, il make-up parla stando in silenzio.
Per me il make-up e parte dell’abbigliamento, e parte dell’arredamento di un corpo, e parte soprattutto integrante della vita quotidiana poiché oggi il make-up non è soltanto bellezza ma è anche cura e trattamento. Una donna attraverso il make-up enfatizza le sue gioie, i suoi umori, i suoi desideri, le sue affinità con il mondo e soprattutto la sua bellezza. Non si E fatti soltanto di make-up, ma il make-up è un ingrediente fondamentale della torta senza il quale il sapore non sarà lo stesso…

Quale prodotto consiglieresti ad un persona che non ha mai provato Max Factor per farla innamorare del brand?

Non ho dubbi in questa risposta. La bellezza di un make-up parte dalla bellezza della pelle. Quindi sicuramente consiglierei un fondotinta. Credo di poter affermare e di esserne sicuro che Max Factor è lo skin master della pelle

Iscriviti alla newsletter!

E’ gratis e ti consente di ricevere direttamente nella tua casella di posta tanti consigli di bellezza e tutte le novità del mondo beauty!


Marica Mario

Marica, #Generation30 e una vita a metà strada tra l'Italia e l'Inghilterra. Ho un'insana passione per borse e rossetti e vorrei il super potere dei capelli sempre in piega. Se avvisti qualcuno che vaga di profumeria in profumeria ricoperto di swatch... probabilmente sono io!

Marica Mario

Marica, #Generation30 e una vita a metà strada tra l'Italia e l'Inghilterra. Ho un'insana passione per borse e rossetti e vorrei il super potere dei capelli sempre in piega. Se avvisti qualcuno che vaga di profumeria in profumeria ricoperto di swatch... probabilmente sono io!

Ti potrebbero anche piacere...