Skincare

Advanced Night Repair di Estée Lauder: sua maestà il siero

Ci sono tantissimi prodotti beauty e ogni giorno ne vengono creati di nuovi, e poi ci sono quelli con la “P” maiuscola. Uno di questi e sicuramente l’Advanced Night Repair di Estée Lauder: il siero più venduto al mondo da ormai quasi 40 anni (si, è nato nel 1982).

Pensate che quando nacque venne chiamato Night Repair perché era il primo cosmetico con acido ialuronico che utilizzava le ore notturne per riparare i segni dell’età. Così divenne subito un prodotto cult e la sua boccetta marrone un’icona tanto da essere chiamato “the little brown bottle“.

Con il passare degli anni la formula è stata leggermente cambiata e sicuramente migliorata, ma è rimasta sempre una delle preferite dalle amanti della bellezza, tanto che ancora oggi se ne vendono 8 flaconi al minuto!

Advanced Night Repair è uno dei best seller di sempre della casa cosmetica Estée Lauder, nata nel 1946 grazie ad una visionaria del mondo beauty, e racchiude a pieno la filosofia di mrs Lauder: ”Voglio dimostrare a più donne possibile non solo come essere belle, ma come rimanere belle”.

Noi abbiamo provato l’ultima versione lanciata a settembre 2020, Advanced Night Repair Synchronized Multi-Recovery Complex, continua a leggere se vuoi sapere cosa ne pensiamo.

La nostra opinione sull’Advanced Night Repair Synchronized Multi-Recovery Complex di Estée Lauder

Simona Oliva

Simona – #Generation40 – Tutti noi abbiamo dei prodotti salvavita che non mancano mai nella nostra routine. Negli anni ho provato molti prodotti perché sono appassionata di beauty e sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo che possa essere il prodotto della vita, ma io il prodotto della vita l’ho incontrato 22 anni fa ed è proprio Advanced Night Repair di Estée Lauder. Per me è un prodotto unico a cui non posso più rinunciare, perché la mia pelle lo ama, ma secondo me tutte le pelli lo amano. Cosa fa? La pelle al risveglio è tonica, compatta, morbida e liscia, meno segnata e ben idratata. Lo uso da ormai tanti anni e ho potuto apprezzare anche l’ultima formulazione che ha in più il fatto di essere ancora meno appiccicoso di quello precedente. Lo amo perché in estate non sopporto nulla sul viso tranne lui, lo amo perché se mi scotto al sole (a volte mi sfugge qualche cm di pelle non protetta) ne applico una bella quantità sulla parte interessata e passa tutto in pochi minuti, lo amo perché è perfetto per alleggerire una crema troppo corposa o un fondotinta troppo pesante. Lo amo al punto da renderlo l’unico prodotto che porto sempre con me in viaggio in full size, ma a volte e proprio il solo prodotto beauty che viene con me! Insomma il mio amore per ANR è chiarissimo, voi invece lo avete provato? Vi piace? 

Alessia-Beltramini

Alessia – #Generation20 – Ho sempre ammirato l’Advance night Repair da lontano, pensando fosse un prodotto non adatto a me e di cui non avrei mai potuto ammirare davvero i benefici che vedevo sulle altre. Appena provato, mi sono dovuta ricredere: la mia pelle in poche settimane era già più uniforme e tonica, rimpolpata e ho notato un azione schiarente sulle mie macchie da brufolo. La sua texture leggera è l’ideale da utilizzare in tutte le stagioni e in particolare in estate è perfetto per essere applicato sotto la crema solare. Ne bastano davvero poche gocce per ottenere l’effetto desiderato: sono più di due mesi che utilizzo il prodotto e non ho nemmeno raggiunto un quarto della boccetta. Durerà per molto tempo e non potrei che esserne più felice.

Marica Mario

Marica – #Generation30 – Avevo già usato l’Advance Night Repair in passato ed ero molto curiosa di toccare con mano i cambiamenti apportati dalla riformulazione di fine 2020, frutto di 7 anni di ricerche sull’epigenetica. Dopo due mesi in cui l’ho utilizzato tutte le sere posso dire di esserne rimasta molto soddisfatta: si stende bene e si assorbe in fretta, minimizzando i pori senza rinunciare a una buona dose di idratazione, e lascia la pelle più morbida e liscia al tatto. Per me, che combatto contro secchezza e desquamazione, è stata una piacevole sorpresa scoprire che il volto si stava liberando per periodi sempre più lunghi di quella spiacevole sensazione di pelle che tira. Basterebbe già questo per far emergere l’Advanced Night Repair a prodotto mai più senza, ma credo vada citata anche la sua capacità di stimolare la produzione collagene e il rinnovamento cellulare: aspetti che, quando ci si addentra negli enta, bisogna tenere in grande considerazione se si vuole preservare il tono e la linea compatta dell’ovale del viso.

Iscriviti alla newsletter!

E’ gratis e ti consente di ricevere direttamente nella tua casella di posta tanti consigli di bellezza e tutte le novità del mondo beauty!


Redazione

Ciao! Siamo Alessia, Marica e Simona: beauty blogger di generazioni diverse, ma accomunate della grande passione per il mondo della cosmesi. Clicca su "chi siamo" nel menù in alto per scoprire qualcosa in più su di noi.

Redazione

Ciao! Siamo Alessia, Marica e Simona: beauty blogger di generazioni diverse, ma accomunate della grande passione per il mondo della cosmesi.
Clicca su "chi siamo" nel menù in alto per scoprire qualcosa in più su di noi.

Ti potrebbero anche piacere...