WeCosmoprof

La beauty routine della Fase 3 – direttamente da #WeCosmoprof

Uno dei webinar più interessanti di WeCosmoprof ha affrontato il tema scottante della beauty routine della Fase 3.
Un argomento di grande attualità poiché la pandemia da Coronavirus ha rimesso in discussione tutto, anche le cose più “frivole” come il make up e la cura della pelle.

Recenti sondaggi dimostrano che durante il lock down la voglia di piacersi non si è spenta e il desiderio di sentirsi curati, sopratutto nelle giornate più difficili, è stato di grande sostegno emotivo e ha aiutato a non lasciarsi andare.

Il make-up e la skincare non sono solo un vezzo, ma rinvigoriscono lo spirito e aiutano a stare bene con se stessi; inoltre la positività aiuta l’organismo ad essere maggiormente reattivo e quindi più forte.

Il make-up parla di noi, trasmette il nostro stato d’animo e la nostra interiorità. Il trucco e la skincare non sono solo “colorare”, depositare prodotti o trasformare (inteso come stravolgere), ma un mezzo per valorizzare ed esprimere il nostro essere e la nostra personalità.

La beauty routine per i professionisti del settore cosmetico e per i semplici appassionati

Al webinar hanno preso parte Silvia Fossati, giornalista e moderatrice dell’evento, e Fabienne Rea, make up artist che collabora nel modo della moda e con numerosi brand. Insieme hanno raccolto spunti e consigli per affrontare questo nuovo “stile di vita” con armonia.

L’attenzione è stata puntata su quanto la pandemia abbia cambiato la routine normalmente dedicata alla skincare e al make up, con un focus specifico sull’igiene dei prodotti, sugli “utensili” e sulle metodologie di applicazione.

E’ però necessario affrontare l’argomento in modo diverso per ciascuna delle due categorie a cui ci si rivolge:

  • I professionisti del settore (estetiste, make up artist, etc.)
  • Ogni singolo individuo preso nel suo quotidiano.

I professionisti del settore

Chi lavora nell’ambito dell’estetica ha da sempre a cuore l’igiene, ma con la pandemia questo è diventato un fattore ancora più determinante e indispensabile.

Le strategie da adoperare sono diverse. Per la skincare o per applicazione di prodotti generalmente si consiglia l’utilizzo di una spatola in acciaio, essendo un materiale che può essere facilmente igienizzato. In questo modo i prodotti non saranno “contaminati” e i clienti non correranno rischi.

Allo stesso modo, per il make up si consiglia l’ausilio di applicatori e scovolini monouso. Per quanto riguarda invece i pennelli da trucco, vanno igienizzati molto frequentemente e sostituiti ad ogni cliente.

La sicurezza delle clienti dev’essere sempre la priorità, ed anche le aziende che si occupano de packaging si stanno muovendo in una nuova direzione, studiando soluzioni sempre più igieniche e sicure.

Ogni singolo individuo

Parlando della beauty routine che ciascuno dedica a se stesso, basta mantenere l’utilizzo dei prodotti strettamente personale e ricordarsi di lavare spesso pennelli e spugnette. E’ anche importante cestinare i prodotti con una scadenza breve, come ad esempio i mascara che hanno di norma un PAO di 6 mesi.

Dopo la questione dell’igiene è stato toccato l’argomento mascherine.
La mascherina è diventato un accessorio a cui purtroppo non si può rinunciare, ma che crea difficoltà a causa di:

  • una sudorazione maggiore
  • prodotti che si trasferiscono sul tessuto

Il consiglio dell’esperta, in questo caso, è stato di modificare le abitudini sia in termini di skincare che di make-up, facendo proprio il concetto di leggerezza.

In primis bisogna dedicarsi all’idratazione di viso, contorno occhi e labbra e per farlo vanno scelte formule leggere, badando inoltre ad utilizzare poco prodotto.

Dopo aver creato una base idratata, si passa al make up e anche in questo caso la leggerezza è la parola d’ordine. I fondi vanno scelti privi di oli, no transfer e vanno applicati in piccole dosi.
Successivamente, la make up artist consiglia di picchiettare il prodotto con le mani, in modo da riscaldarlo e così fonderlo perfettamente con il viso per una durata maggiore.
Anche il correttore per la copertura di occhiaie e piccole imperfezioni va applicato nello stesso modo.
Prima di passare alla cipria, bisogna tamponare il viso con un kleenex per essere sicuri di non avere residui di sebo. A questo punto va applicato un velo di cipria opacizzante, così che la base risulti fresca, leggera e non si trasferisca sulla mascherina.

Quanto al make-up decorativo, il punto centrale diventeranno gli occhi e gli illuminanti saranno un ottimo alleato per dare tridimensionalità allo sguardo.

Anche le sopracciglia hanno una grande importanza poiché veicolano le espressioni e sono quindi uno dei pochi strumenti di comunicazione visibile con la mascherina. Le sopracciglia dovranno essere curate ma non appesantite.

E le labbra? Bisognerà rinunciare al rossetto?
Ovviamente no: scegliendo i giusti prodotti, come le tinte e i no transfer, sarà possibile indossare i nostri colori preferiti, anche se li vedremo meno spesso del solito.

Tutti i prodotti da utilizzare dovranno essere no transfer e waterproof per assicurare un’ottima tenuta. Inoltre, per un fissaggio maggiore, il consiglio dell’esperta è quello di utilizzare uno spray di acqua termale da vaporizzare sul viso (ad una distanza adeguata) sia dopo aver creato il trucco che all’occorrenza per rinfrescare il viso. Sconsigliato invece l’utilizzo dei prodotti fissatori che tendono a seccare la pelle, già stressata dall’utilizzo della mascherina; un suggerimento, quest’ultimo, ancora più importante per chi fa un utilizzo intensivo di strumenti di protezione individuale.

Nella vita l’importante è saper essere flessibili, adeguandosi a situazioni e circostanze che richiedono un cambiamento, e noi tutti siamo in grado di integrare questi piccoli accorgimenti nella nostra nuova normalità, almeno finché ce ne sarà bisogno.


Sara Auletta

SARA AULETTA
Mi chiamo Sara Auletta (sul web sono conosciuta come Karotina) e da anni coltivo la mia passione per il mondo beauty, creando e condividendo contenuti che possano essere d’ispirazione per tutte.
Credo che la bellezza non sia solo una questione estetica, ma sopratutto uno stato d’animo che traspare all’esterno.
Con i giusti “spunti”…è facile prendersi cura di sé!


Iscriviti alla newsletter!

E’ gratis e ti consente di ricevere direttamente nella tua casella di posta tanti consigli di bellezza e tutte le novità del mondo beauty!

Ti potrebbero anche piacere...